Rischio digitale: perché le imprese sottovalutano la cultura della cyber security?

Rischio digitale: perché le imprese sottovalutano la cultura della cyber security?

Le piccole e medie imprese italiane stanno affrontando una nuova ondata di attacchi informatici in continua crescita. I rischi sono sempre più reali, perché ancora oggi la cultura della sicurezza informatica viene sottovalutata dalla maggioranza delle aziende. Basti pensare che il 72,7% non ha mai svolto attività di formazione in questo senso, mancando così di risorse e competenze specifiche per evitare eventuali attacchi informatici.

Una delle modalità più utilizzate per tentare di violare i sistemi informatici è il phishing, ovvero l’invio di email fraudolente che possono indurre a condividere informazioni sensibili, mettendo a rischio i dati aziendali. Questi attacchi, che possono comportare il blocco di dati aziendali fino al pagamento di un riscatto, sono in continuo aumento.

Inoltre, lo scenario che si intravede per il sistema delle piccole e medie imprese italiane non è più soltanto quello di subire un attacco informatico, ma anche il rischio di perdere la credibilità di aziende, fornitori e pubbliche amministrazioni che progressivamente stanno introducendo la cyber security come elemento qualificante dei propri clienti.

Quali strategie di difesa adottare?

Per contrastare questi rischi, è necessario adottare un approccio proattivo alla cyber security, promuovendo un percorso di formazione del personale con l’obiettivo di “educare” le persone a un attento utilizzo della rete e investendo in tecnologia e infrastrutture, utilizzando software antivirus aggiornati e firewall. Investire in cyber security non è solo una misura difensiva, ma una strategia che può salvaguardare la continuità aziendale e la fiducia dei clienti. Inoltre, è fondamentale impostare delle politiche di sicurezza chiare, dotando i dipendenti di linee guida per l’uso di dispositivi e reti aziendali.

Articoli Correlati

Professione Parrucchiere: come aprire e far decollare il tuo salone di acconciatura

Professione Parrucchiere: come aprire e far decollare il tuo salone di acconciatura

Oggi il settore dell’Acconciatura continua ad essere considerato un terreno fertile per avviare un’attività imprenditoriale, in grado di generare un reddito proficuo e di adattarsi alle mutevoli esigenze e ai gusti dei consumatori. Il settore è, infatti, caratterizzato da una domanda costante e poco sensibile alle fluttuazioni economiche. I servizi di cura personale, come quelli […]

Aprire un’attività di Gommista: i percorsi professionali necessari e le normative da conoscere.

Aprire un’attività di Gommista: i percorsi professionali necessari e le normative da conoscere.

La via dell’autoimprenditorialità costituisce una scelta strategica per chi aspira a una modalità di lavoro indipendente; tuttavia, richiede un impegno importante e una precisa idea imprenditoriale. La decisione di aprire l’attività di Gommista rappresenta un’opzione valida e attuale, considerando l’elevato numero di veicoli in circolazione e la costante necessità di manutenzione e sostituzione delle gomme, […]

Sei passaggi indispensabili per aprire la Partita IVA.

Sei passaggi indispensabili per aprire la Partita IVA.

Aprire una Partita IVA è un passo decisivo nell’avvio della propria attività imprenditoriale e richiede un processo di pianificazione accurata per non incorrere in scelte iniziali sbagliate. La nostra guida fornisce una panoramica chiara dei sei passaggi indispensabili per partire con il piede giusto. Il Business Plan è un documento strategico e operativo che definisce […]